postImage

Girau do Ponciano – Nuova Sede CCL – 2010

Pubblicato il 29-01-2012, da Il Mondo è la mia Casa

Girau è un piccolo paese di contadini, situato nell’interno dello stato di Alagoas, nel Nord-Est dell’immenso territorio brasiliano. La vita qui non è facile e sono soprattutto i bambini e i giovani a pagare le conseguenze più dure della carenza di cibo, di ambienti sereni in cui crescere e di prospettive positive per il futuro. Il livello di povertà è molto alto (la rendita media è di circa 80€ euro al mese pari a circa la metà del salario minimo riconosciuto per legge), il livello di analfabetismo alto anche tra gli adulti, molti i problemi che affliggono le famiglie: migrazione dei padri, nuclei monoparentali, assenza di attenzioni educative, alcolismo, elevato livello di violenza all’interno delle famiglie stesse.
Per rispondere a questi problemi nel 1990, con il sostegno delle Ancelle di Gesù Bambino, è stato aperto un Centro educativo diurno, la CCL (Criança a Caminho da Luz) destinato in particolare a ragazzi e ragazze scelti fra i più poveri e bisognosi del paese.
Oggi la CCL è frequentata da 130 ragazzi dagli 8 ai 18 anni circa. Le offerte formative ed educative sono di vario tipo: sostegno scolastico, attività fisiche e sportive (tra cui danza, calcio, ginnastica, scuola di Capoeira), laboratori artigianali (per la produzione di piccoli manufatti da vendere e per l’eventuale avviamento professionale di alcuni ragazzi), occasioni di festa e di condivisione fraterna. Centrali sono poi la distribuzione di un pasto completo giornaliero (l’unico che molti dei ragazzi assumono nell’arco di tutta la giornata) e l’attenzione alla cura di sé e all’igiene personale. Alla CCL i ragazzi e le ragazze trovano un ambiente sereno e fraterno dove sperimentare il calore umano che spesso manca nelle loro case.
L’edificio all’interno del quale si trova attualmente il centro, un vecchio magazzino, era stato concesso da un ricco proprietario del luogo che non lo utilizzava  e che non ha mai voluto vendere la struttura né sottoscrivere un regolare contratto. L’edificio è molto vecchio, ammuffito dall’umidità del clima e non è mai stato riparato: restaurarlo, infatti, avrebbe significato vederlo reclamato dal legittimo proprietario. L’unica soluzione è la costruzione di una nuova sede (non esistono nel paese strutture idonee ad ospitare la CCL). Nel 2004 con il sostegno de Il mondo è la mia casa è stato acquistato il terreno, in seguito sono stati avviati i lavori di sistemazione dello stesso, la costruzione delle fondamenta e delle mura perimetrali. Ora però i fondi sono terminati, ma l’opera no: occorre quanto meno costruire il tetto e rifinire del necessario gli interni, in modo da permettere il trasferimento della sede e delle attività dei ragazzi.

Esito: Ad oggi tutti i lavori previsti sono stati eseguiti, le attività si sono trasferite nella nuova sede (poiché la CCL ha ricevuto lo sfratto dal precedente luogo), nel 2010 sono stati finanziati la sistemazione del pavimento e dell’impianto elettrico. É prevedibile per il 2011 il finanziamento di mobilia e sistemazioni per rendere l’ambiente più bello e accogliente.

Status: vFINANZIATO!