postImage

Santa Luz – Musicoterapia – 2008

Pubblicato il 29-01-2012, da Il Mondo è la mia Casa


La comunità di Santaluz è situata nel Nordest di Bahia, regione colpita dalla siccità, considerata la regione del “sisal” (pianta caratteristica della zona da cui si estrae la fibra per le corde delle navi, la pianta resiste alla sicità) La situazione econômico-sociale è di grande sfruttamento della mano d’opera nel lavoro di estrazione della pietra e coltivazione del sisal. La principale fonte di lavoro è l’estrazione della pietra e in miniera, due lavori pericolosi, questo lascia molta gente mutilata e i lavoratori sono mal retribuiti. Molte volte per il lavoro realizzato non ricevono denaro, solo un po’ di alimenti. Delusi da questa situazione molti uomini emigrano per la grande città di San Paolo in cerca di lavoro, lasciando a casa la moglie e i figli. Questa situazione genera la distruzione della famiglia.
La mancanza di lavoro per i giovani, genera ozio e fuga nelle droghe, principalamente nell’alcol, aumentando l’indice di violenza: furti, omicidi, prostituzione e gravidanze precoci nelle adolescenti.
Le condizioni di salute e dell’educazione sono precarie, e la scuola non aiuta a sviluppare un senso critico né una coscienza di cittadino per una vita degnitosa.
A partire da questa realtà i bambini, gli adolescenti e i giovani sognano una vita più dignitosa, per questo molte volte sono condizionati dai media che propongono il consumismo e la cultura del bello inteso come esteriorità e apparenza, indebolendo i valori etici e morali, creando necessità di nuovi vestiti e di uno stile di vita individualista.
In questo contesto le suore ancelle desiderano essere una presenza e un segnale di Cristo povero, assumendo la missione di evangelizzazione, catechesi e promozione umana, sviluppando il progetto di formazione integrale nel preservare la vita, rimanendo vicino al popolo come un segno di speranza.
Nela Comunità del Morro dos Lopes nel centro di formazione Integrale Bambino Gesù, la comunità delle ancelle sviluppa un progetto di formazione umana e cristiana, dando attenzione a 100 bambini, adolescenti e famiglie attraverso il teatro, la danza, la musica, incontri di formazione, offrendo anche un accompagnamento di psico-terapia. Offre anche un’alimentazione quotidiana che completa quella carente ricevuta in famiglia.
Il centro di formazione integrale è piccolo, ma attualmente  ci permette di offrire un’alternativa  nel tempo extrascolastico per occupare i bambini e gli adolescenti, sviluppando le abilità e i doni, anche professionali. Poiché lo spazio non è sufficiente per rispondere alla domanda di tanti adolescenti che vivono situazioni di rischio, è nata la necessità di costruire una nuova sala per realizzare attività di musica e di artigianato.

Progetto: Formazione attraverso la musica e l’arte
Luogo: Centro di formazione Integrale Bambino Gesù
Finalità del progetto: Ampliamento di una sala per aula di musica e di artigianato per bambini e adolescenti.
Sorelle che lavorano in questa comunità: Sr. Rosa, Sr. Maria Paola Marangon, Sr. Cleciana de Oliveira Silva

Obiettivo:
Continuare a proporre ai bambini, adolescenti e famiglie una formazione integrale per vivere i valori umani e cristiani.
Realizzare attività di musica e artigianato per sviluppare le abilità e i doni.
Offrire una alimentazione complementare nutriente, che possa contribuire a migliorare la qualità della vita

Status: FINANZIATO!